Programma

Il corso sarà articolato in moduli da 4 ore. Tutti gli argomenti verranno affrontati con una metodologia di insegnamento che predilige una metodologia attiva ed esperienziale: lezioni frontali, esercitazioni d’aula e relative discussioni, lavori di gruppo, case history, tecniche di problem solving. Elenco degli argomenti trattati:

1° GIORNO

 Processo produttivo, organizzazione del lavoro e ambienti di lavoro

  • Organizzazione del lavoro: figure principali, sistema di gestione. Descrizione dello “stabilimento tipo”: processi, prodotti, servizi. Valutazione del rischi

Impianti del settore

  • Descrizione dei principali impianti del settore

Manutenzione impianti e gestione fornitori

  • Principi di manutenzione. Sistemi di gestione, qualificazione imprese, appalti, DUVRI e permessi di lavoro

Esercitazione su redazione DUVRI

 Esposizione ad agenti chimici, cancerogeni e mutageni

  • REACH, CLP, SDS e scenari di esposizione, ricadute sulla normativa relativa a SSLL, valutazione del rischio, registro degli esposti

Esposizione ad agenti chimici, cancerogeni e mutageni (segue)

  • REACH, CLP, SDS e scenari di esposizione, ricadute sulla normativa relativa a SSLL, valutazione del rischio, registro degli esposti

Esercitazione su lettura e uso e-SDS

Gestione dei rifiuti

  • Classificazione e gestione dei rifiuti (pericolosi)

2° GIORNO

Rischi di incendio e di esplosione

  • Valutazione e gestione del rischio incendio, esplosione e rilascio sostanze tossiche; misure tecniche e organizzative di gestione di tali rischi; rischi di incidenti rilevanti (Seveso)

Esercitazione su Piano emergenza Interno

 Gestione delle emergenze

  • Piano di emergenza interno; formazione del personale; esercitazioni. Ambienti confinati

DPI per la chimica; esposizione ad agenti fisici; normative CEI per strutture e impianti

DPI per la chimica; esposizione ad agenti fisici; normative CEI per strutture e impianti

VERIFICA FINALE

Docenti

Professionisti ed esperti: formatori qualificati per le aree di competenza ai sensi del Decreto 6 marzo 2013.

Destinatari

Responsabili e addetti al servizio di prevenzione e protezione.

Note

Il corso preve l’obbligo di frequenza con un massimo del 10% di assenza sul monte ore, verifiche intermedie sull’apprendimento e una verifica finale che si svolge nell’ultima giornata al termine dell’orario di formazione del corso. L’esito positivo della verifica finale unitamente ad una presenza pari ad almeno il 90% del monte ore consente il rilascio dell’attestato di frequenza, in conformità a quanto richiesto dalla normativa vigente (D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.). Per partecipare a questo modulo è indispensabile aver già frequentato il Modulo A (oppure essere esonerati) ed il modulo B Comune.

Condividi questo corso

Corsi simili

Corso di formazione...

Tutti gli argomenti verranno affrontati con una metodologia di insegnamento che predilige...

Salute e sicurezza sul lavoro...

1° GIORNO Presentazione del caso studio. Obblighi normativi previsti dal D.Lgs. 81/2008...

Corso di aggiornamento...

PARTE TEORICA – 1 ORA Ripresa dei contenuti formativi previsti dal D.Lgs. 81/2008...

Corso di aggiornamento...

 8.45 – 9.00 Accreditamento partecipanti 9.00-13.00 PARTE TEORICA – 1 ORE Ripresa...

Primo Soccorso (Aziende...

PROGRAMMA DIDATTICO L’approccio alla prevenzione attraverso il d.lgs. 81/2008 per un...

Informare per prevenire: la...

PROGRAMMA DIDATTICO Condivisione e messa a punto degli obiettivi didattici...